.
Annunci online

cdg "Alla fine il reato più grave diventa quello di chi racconta certe cose, anziché di chi le fa. La colpa non è dello specchio, ma di chi ci sta davanti" Enzo Biagi
29 aprile 2008

Swap: il Comune di Fasano gioca d'azzardo

Per raccontare questa vicenda, a metà strada tra l’assurdo e l’irresponsabile, non si sa davvero da dove cominciare. La cosa migliore è partire dal principio per far comprendere al lettore con maggiore chiarezza la cronologia dei fatti.

Il 14 ottobre 2007 ricomincia un nuovo ciclo di puntate della trasmissione televisiva Report che va in onda su RaiTre, dal titolo “Il Banco vince sempre”, a cura di Stefania Rimini.

Nell’inchiesta giornalistica si racconta come aziende private, conventi di suore, pizzerie e, soprattutto, enti pubblici, abbiamo fatto ricorso ad una tecnica di gestione “attiva del debito”.

Il quadro proposto risulta alquanto sconcertante, perché si racconta di intermediari finanziari che offrono alla clientela strumenti di finanza derivata come gli IRS (Interest Rate Swap, ndr) al fine di far “fruttare” il loro debito, cercando di pagare meno interessi.

Un dubbio, che qualche giorno dopo, in un’intervista al sindaco Lello Di Bari, mi porterà a chiedere se anche il nostro comune si trovi in questa situazione, e la risposta del primo cittadino non si fa attendere, che dichiara testualmente: “Io ho scoperto di questa situazione da un mio collaboratore e mi ha spiegato che il comune possiede un contratto di swap. Ovvero, una sorta di gioco d’azzardo . . . come giocare alla roulette”.

Così comincia la nostra richiesta d’aiuto verso chi potrà fornire maggiori informazioni in merito.

Il primo approccio è stato tentato con Report, che sin da subito ha mostrato piena disponibilità nello smontare i contratti e mettere a nudo la vicenda, in vista di una nuova puntata, andata in onda l’8 aprile dal titolo “Speculando s’impara”.

Dovevamo esserci anche noi, ma purtroppo, la famosa vicenda del russo Sergei Knyazev con tutto il terremoto che ha causato e la conseguente difficoltà nel reperire la documentazione (nonostante fossero atti pubblici, ndr) da un lato, e i tempi ristretti imposti dal programma dall’altro, fanno sfumare questa opportunità.

Così, in un freddo pomeriggio di febbraio, arriva la manna dal cielo.

Ci imbattiamo nel sito web dell’associazione no-profit Abruzzo Sostenibile, che offre a tutti gli enti pubblici della propria regione, la possibilità di analizzare a costo zero i contratti di swap al fine di offrire consulenza gratuita su questi strumenti di finanza derivata.

Capite? Dei giovani professionisti mettono gratuitamente a disposizione della collettività le proprie conoscenze al fine di migliorare il territorio in cui vivono!

Contatto subito il presidente, dott. Attilio Di Mattia, che sì è subito reso  disponibile a smontare i contratti, rendendo così un servizio utile e professionalmente ineccepibile alla nostra città.

Questi i fatti.


continua
29 aprile 2008

Speculazione con i soldi pubblici

Articolo già pubblicato sul mensile di attualità fasanese, "Osservatorio", n. 4 di aprile 2008

Per comprendere tecnicamente cosa è accaduto al Comune di Fasano con il lancio “spregiudicato” in un’operazione di questo tipo, abbiamo ascoltato il dott. Attilio Di Mattia, Presidente dell’associazione apartitica e no-profit,  Abruzzo Sostenibile”, che nella sua regione promuove una politica ispirata alla sostenibilità, in tutti i suoi vari aspetti.

Abruzzese di 31 anni, trapiantato a Vienna, Di Mattia si è laureato in Economia Aziendale all’Universita’ D’Annunzio di Pescara, per poi specializzarsi negli Stati Uniti dove ha conseguito un Master in “Business Administration” presso la Haub School of Business di Philadelphia.

Un percorso di studi, che gli ha permesso di svolgere incarichi professionali di prestigio a New York e Los Angeles come Portfolio Manager per conto della Ing Bank, colosso olandese della finanza.

Oggi lavora a Vienna come esperto in materie finanziarie presso l’Aurelius Capital Management, dove  amministra circa 1.5 miliardi di euro in titoli strutturati.

La sua esperienza professionale e il suo voler mettere a disposizione dei cittadini le proprie conoscenze in questo campo, lo hanno portato ad approfondire gli argomenti che attanagliano l’Europa e le realta’ locali italiane in tema di finanza strutturata e grazie alla sua cortese disponibilità, siamo riusciti a farci raccontare gli aspetti tecnici della vicenda, partendo da quel famoso 13 maggio 2004.

 

Dott. Di Mattia, in cosa consiste il contratto di Interest Rate Swap che il Comune di Fasano ha sottoscritto con la Banca BNL?


continua
2 aprile 2008

Il convegno, «la sostenibilità come necessaria forma di sviluppo»

Garantire lo sviluppo economico rispettando l'equità sociale e la compatibilità ambientale: è "L'Abruzzo che si può – La sostenibilità come forma di sviluppo", titolo del convegno promosso dall'associazione Abruzzo Sostenibile, che si terrà sabato 5 aprile, a partire dalle ore 10:30, nell'Auditorium "Petruzzi" di via delle Caserme a Pescara.

Abruzzo Sostenibile – associazione nata lo scorso anno a Montesilvano dall'iniziativa di un gruppo di giovani interessati a mettere le proprie professionalità al servizio della collettività – vuole così proporre un modo nuovo di guardare al futuro della nostra regione, che si ispiri a virtuosi modelli di sviluppo sostenibile avvalendosi del contributo dei più brillanti esponenti del mondo accademico, professionale, civile e politico, nazionali ed internazionali.
All'incontro interverranno il professor Achille Renzetti, ricercatore ENEA; Peter Vadasz, sindaco di Güssing, città austriaca vincitrice dell'Ecological Global Award; l'onorevole Carlo Costantini dell'Italia dei Valori; il professor Giampiero Di Plinio, ordinario di Diritto Pubblico e Diritto dell'Ambiente dell'Università "d'Annunzio" di Chieti-Pescara; il presidente regionale del WWF, Dante Caserta. Aprirà il convegno la proiezione di un video sulla sostenibilità del video-maker Leonardo Dooderman.

continua
marzo        maggio
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
ultimi post
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca





 

 
 


 

passaparola
 


 


 


 

Basta! Parlamento pulito

voglio scendere