.
Annunci online

cdg "Alla fine il reato più grave diventa quello di chi racconta certe cose, anziché di chi le fa. La colpa non è dello specchio, ma di chi ci sta davanti" Enzo Biagi
24 giugno 2008

Dopo il Punteruolo rosso delle palme, nuovo allarme in Puglia

Un nuovo allarme per le produzioni agricole pugliesi. Mentre si discute ancora sulla lotta al Punteruolo rosso delle palme che sta creando non pochi problemi alle regioni del Bacino del Mediterraneo, nuovi segnali giungono dagli organismi internazionali sull’arrivo nella nostra regione di un nuovo e temibile insetto.
L'Aleurocanthus spiniferus, questo il nome scientifico del piccolo ma temutissimo Aleurodide, minaccia seriamente le produzioni agricole pugliesi, ed in primis, la vite.
La Puglia è una delle regioni maggiormente interessata dalla produzione vitivinicola e, l’arrivo involontario di un nuovo insetto che trova vita facile, potrebbe creare una nuova emergenza e mettere in crisi l’intero comparto produttivo.
L’insetto in questione si nutre succhiando la linfa alle piante come agrumi, ornamentali, spontanee e risulta particolarmente dannoso per vite, Pero, melo, kaki e rose.
Questo Aleurodide preferisce le foglie più basse della pianta infestata che sono presto ricoperte da funghi neri che si sviluppano sugli escrementi zuccherini.
La segnalazione giunge dall’ European and Mediterranean Plant Protection Organization (EPPO), organizzazione intergovernativa responsabile della cooperazione per la protezione delle piante in Europa e nella regione mediterranea, nata nel 1951 e con sede a Parigi.
Tra gli obiettivi dell'EPPO ci sono la protezione delle piante, lo sviluppo di strategie internazionali contro l'introduzione e la diffusione di malattie delle piante e la promozione di metodi di controllo sicuri ed efficaci.
Il problema interessa particolarmente da vicino la nostra regione, perché l’insetto è stato trovato per la prima volta in Europa e, precisamente, in alcune zone della Puglia l’attacco risulta particolarmente grave.
Qualche mese fa, infatti, si è riscontrato il primo attacco su alcuni alberi di arancio, un sospetto che ha subito trovato conferma nelle analisi di alcuni laboratori specializzati di Inghilterra e Olanda.
Così, data l’importanza di questo organismo nocivo per agrumeti e vigneti, è stato condotto un sondaggio al fine di ottenere maggiori informazioni sulla portata dell’infestazione.
Dalle analisi e dalla discussione con alcuni produttori agricoli pugliesi, si è scoperto che l’Aleurocanthus spiniferus era già ampiamente diffuso da qualche anno, in particolare nel sud della regione, ma purtroppo è stato identificato erroneamente.
Allo stato attuale, l’origine della contaminazione è ancora sconosciuta e dai documenti dell’EPPO si sostiene che l’insetto è già troppo diffuso per essere debellato.
Un problema, quello inerente all’importazione d’insetti nel nostro paese, che chiede nuovamente grande attenzione per le organizzazioni internazionali, al fine di impedire che questa e altre specie arrivino in Europa e provochino gravi danni.
Un lotta all’Aleurodide, che si somma al lavoro che da tempo gli esperti stanno mettendo in atto contro il Punteruolo rosso delle palme, per cercare di contenere i danni.
La speranza è che questa volta si riesca ad intervenire tempestivamente senza temporeggiare e che sulla scorsa delle esperienze passate si possa finalmente creare un organismo che sia in grado di prevedere questi rischi senza portare allo stato di emergenza, com’è invece avvenuto per il Punteruolo rosso delle palme.

15 maggio 2008

Energia, Agricoltura e Jacopo Fo


Mercoledì 14 maggio, presso l’aula magna della Facoltà di Agraria di Bari si è svolto un incontro organizzato dalla componente studentesca PAF (Progetto Agraria Forestale) per discutere del rapporto esistente tra energia pulita e agricoltura.
A fare gli onori di casa, il prof. Savino, preside della facoltà che ha sottolineato la necessità che tematiche di questo genere debbano interessare sempre più i giovani studenti universitari.
A moderare l’incontro, l’ing. De Petro, conduttore della trasmissione Agri7 di Telenorba.
Al tavolo dei relatori, oltre a docenti ed esperti del settore, erano presenti diverse rappresentanze sindacali che hanno espresso il proprio punto di vista sul tema delle agrienergie.
Ogni soggetto presente ha illustrato ai tanti presenti le soluzioni e le prospettive per portare avanti un progetto comune di energia pulita che si lega strettamente al settore agricolo, basti pensare alla produzione di energia da residui di produzioni vegetali e scarti che rappresentano per le aziende agricole un costo per lo smaltimento.
Per il mondo degli agronomi, il dott. Milillo, Presidente dell’Ordine degli Agronomi pugliesi ha sottolineato la centralità degli agronomi in attività di questo genere, come esperti del settore e conoscitori delle colture agricole.

continua
9 febbraio 2008

La “Gregoire G167” approda negli oliveti pugliesi

Si svolgerà oggi una delle tre giornate dimostrative della “Gregoire G167” per la raccolta delle olive negli oliveti superintensivi. L’evento, promosso dalla Facoltà di Agrari dell’Università degli Studi di Bari, in collaborazione con la CIA pugliese, la Provincia di Bari e la Kverneland Group Italia s.r.l., vedrà il suo inizio alle ore 9.00 presso la Sala Convegni della cooperativa “Progresso Agricolo” in c.da S. Angelo a Fasano.
continua
9 febbraio 2008

Le vicende del Consorzio Agroalimentare di Fasano

Nel 2001 nasce a Fasano il nuovo Centro Agroalimentare Srl, realizzato dal Comune in collaborazione con altri partners e che ad oggi comprende 28 stands per la commercializzazione dei prodotti agricoli locali.
continua
maggio        luglio
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
ultimi post
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca





 

 
 


 

passaparola
 


 


 


 

Basta! Parlamento pulito

voglio scendere